RECENSIONE: Funny Games (Cinema degli Eccessi #35) - game-webites.net

RECENSIONE: Funny Games (Cinema degli Eccessi #35)

ShivaProduzioni
Views: 27290
Like: 877
UOVA E PURA CRUDELTA’!!!

ISCRIVETEVI PER RECENSIONI, CORTOMETRAGGI E MOLTO ALTRO!
Se siete appassionati di cinema passate sulla nostra pagina Facebook, aggiorniamo quotidianamente con news, foto, curiosità sul mondo della Settima Arte.

—CONTATTI—
PAGINA FACEBOOK:
PROFILO TWITTER:
GOOGLE+:
EMAIL: [email protected]

40 Comments

  1. Haneke sta diventando il mio regista preferito °^° Ogni suo film ti fa stare male pur non facendo vedere mai scene di violenza nel momento in cui vengono compiute. Anche in Benny's Video, Amour e il Nastro Bianco (in cui la fotografia è anche uno spettacolo per gli occhi) °^° Peccato che i film meno recenti siano difficili da trovare se non in tedesco 

  2. Questo film è GENIALE, preferisco di gran lunga il remake per le nuove videocamere e la tecnologia… purtroppo però in molti non hanno saputo apprezzare questo film,veramente spettacolare! L'ho scoperto all'inizio del 2012 circa su sky e da lì ho sempre approfondito le mie ricerche su questo film,ormai diventato il mio preferito…!

  3. Eccomi qua tornata a rompervi con le mie mini-recensioni xD
    Allora,la recensione l'ho vista non appena è uscita,ma solo ieri sera ho visto il film (quello del 1997) con mia madre e mia sorella…
    Devo dire che mi è piaciuto tantissimo!
    Belle le riprese, le recitazioni e il crudo realismo di ogni singola sequenza…
    Angosciante,reale e a tratti insopportabile,il regista è riuscito molto bene in questa opera.
    La scena del telecomando mi ha colpita ma l'ho compresa praticamente subito.
    Pugni nello stomaco di continuo e devo dire che questa pellicola mi ha maggiormente emozionato di altre poste anche in alto nella classifica degli eccessi.
    Capolavoro,davvero!
    Eh sì,hai proprio ragione: tutta quella realtà e indifferenza nel commettere tutta quella spietatezza, l'ha reso uno dei film più crudeli che abbia mai visto.
    Bellissima recensione,siete grandi! 😉

  4. Non mi è piaciuto per niente.  L'idea era carina, ma il fil è molto lento e sembra una brutta copia di roba già vista.  Però la scena del rewind col telecomando manda a p*****e tutto il film!

  5. All inizio del video ci sono 3 figurine di patrik dietro di te…alla fine solo una….why? O.o

  6. Secondo me il fatto che gli attori protagonisti del remake siano famosi e che gli americani abbiano speso soldi per la realizzazzione del film, rende la metafora ancora più forte e concisa.

  7. La scena del telecomando ricorda si che stiamo guardando finzione, ma anche che essa si può sostituire alla realtà. Grandissimi come sempre!!!

  8. Concordo assolutamente con te, bravo!
    Dunque, a me il film è piaciuto. Ne avevo sentito parlare in modo veramente drammatico ma, a conti fatti, mi aspettavo "peggio". La tensione è ottima e si mantiene per tutto il film, ma (soggettivamente) l'apice si è raggiunto con la scena finale (l'occhiata diretta di Paul, nel remake). Mio Dio che angoscia, mi si è fermato il cuore come – ai tempi d'oro – mi era successo a vedere l'occhio di Sadako in The Ring giapponese. 
    Io credo che a molti sia stato sul * quarzo * questo film perché alla fine si aspetta una rivalsa… e non vado oltre per evitare spoiler!
    La scena del telecomando l'ho trovata perfettamente in topic: Paul spesso si rivolge direttamente in camera, chiama gli spettatori con il nome di "pubblico" e il discorso finale su finzione/realtà è assolutamente coerente.
    Comunque ti faccio i complimenti per il canale, sono molto contenta di avervi scoperto! Daje raga!!

  9. Factotum del vecchio Buk… Sei un grande

  10. Hai spaccato, Drugo 🙂 cosa ne pensi del "gioco" tra campo e fuoricampo? secondo me è un aspetto abbastanza evidente ed importante all'interno del film…

  11. Di Heneke sarebbe interessante da recensire Benny's Video.

  12. penalizzatissimo dall aver voluto imitare un film di kubrick.non si può imitare kubrick

  13. Ciao ragazzi,complimenti veramente per le vostre recensioni!!!!!!!Volevo
    sapere da voi,se è possibile,come avete interpretato la scena del
    telecomando nel film FUNNY GAMES di HANEKE.Il film in questione lo
    ritengo personalmente una vera bomba ed io per esempio quella scena l'ho
    interpretata così:si mette a confronto la finzione con la realtà,nel
    senso che generalmente in un film sarebbe andata a finire come nel primo
    caso,ma nella realtà il finale è ben diverso.Ditemi che ne
    pensate,attendo una vostra risposta,vi mando un saluto, CIAO
    GRANDI!!!!!!!!!!!!!

  14. sto film mi ha fatto stare male, ma tanto

  15. Quando avevo circa 10 anni registrai Funny Games (l'originale) pensando che fosse un film umoristico…

  16. Io ieri ho visto la versione americana del 2007, e mi è piaciuta un casino! Il miglior film thriller mai visto in vita mia!! A parte il riferimento meritatissimo ad Arancia Meccanica (meno male che è stato concepito questo film, più il suo remake, come "rivisitazione in chiave moderna" del film di Kubrick), ci sono diversi fattori che concorrono nella valutazione positiva:
    1) le inquadrature sono ottime, ci sono 1-2 piani sequenza fissi bellissimi
    2) l'audio è al minimo, così da dare un'impressione di forte REALISMO
    3) non è proprio vero che l'ironia sia pari a zero, anzi, questo film è brillante proprio perchè è un thriller dal gusto con un sottile gusto di "ironia brutale", grazie ai 2 ragazzi violentatori, ai loro dialoghi a metà tra la demenzialità e la "brillantezza" (proprio come i dialoghi dei Drughi di Kubrick). Nella parte finale, quando la moglie (chiedo scusa se non ricordo il nome, credo sia Ann) viene prima portata sulla barca a vela e poi viene buttata nel lago, continuano i discorsi "filosofici" tra i 2 ragazzi, il che rende la scena quasi grottesca/surreale/assurda, cioè si dovrebbe percepire tensione, tristezza, paura ecc., e invece ci si diverte quasi a sentire i dialoghi dei 2 ragazzi.
    Ovviamente ti ho dato la mia impressione sulla versione americana perchè non sono altro che praticamente lo stesso identico film (è shot-per-shot, o shot-by-shot che dir si voglia), compreso il regista, cambiano praticamente solo gli attori (oltre ovviamente al paese, e quindi alla lingua, uno in tedesco, l'altro in americano/inglese, e all'anno di produzione).
    A proposito del primo film, quello austriaco del 97, invece non riesco a trovarlo doppiato in italiano, oppure originale ma con i sottotitoli…sai dove potrei trovarlo?

  17. La schizofrenica colonna sonora di "Bonehead" dei Naked City c'è l'ho ancora impressa dopo anni… allucinante come già l'intro del film ti faccia presagire il tutto, con la famigliola tranquilla ignara di tutto mentre nei titoli di testa regna il caos più totale. E il fermo immagine finale con la medesima traccia e la faccia di Arno Frisch è un altro incubo. Nonostante la paura e l'angoscia dopo le varie visioni non riesco a non staccarmi da questo film, c'è qualcosa in questa pellicola che mi attrae e mi affascina… Un piccolo capolavoro.

  18. fantastica e accurata recensione;mi sta però sul cazzo ste gag che disturbano la qualità della recensione

  19. Non dico sia superiore ad Arancia meccanica. No. Però lo trovo più disturbante. Almeno per me.

  20. La scena del telecomando è un pugno allo stomaco devastante, la hai definita alla perfezione in tutto il suo significato artistico. Fa effetto alla prima visione e ne fa ancora di più dopo, incredibile, che film!

  21. Questi film fanno capire cos è il cinema: la capacità di produrre emozioni con poco…grazie alle immagini ai silenzi e alla messa in scena semplice ed essenziale..
    In questo modo cresce nello spettatore un senso di spaesamento disturbante e senza compromessi

  22. Te la faccio la recensione di questo film..fatto da merda nessun significano solo violenza gratuita perché il regista è malaro a livello nentake

  23. No dai ma violenza psicologica questo minimo 8 su 5

  24. Ti faccio i più sinceri complimenti per questa straordinaria recensione, parole che descrivono al meglio questo capolavoro di Michael Haneke, che è il mio preferito in assoluto tra i film di questa rubrica (l'originale austriaco)

  25. Alla fine muoiono tutti. Il primo a morire è il bambino a cui sparano con il fucile. Lei che spara ad uno dei ragazzi non è vero. Un attimo dopo si torna indietro … ti fanno solo credere per un attimo che uno dei 2 muoia.

    Allla fine sulla Barca muore anche lei perché il coltello non servirà a nulla.

    Spero la mia recensione vada bene 🤟🏻

  26. Leggo commenti che parlano di tensione e paura. A me ha profondamente annoiato. E in realtà la trovata del telecomando rende il film ancora meno realistico, sfiorando l involontariamente comico. Molto più cupa è la dimensione distopica di una pellicola come Dogtooth, per la semplice ragione che quello è un contesto realmente plausibile. Io studio Filosofia da tutta una vita e non vi ho colto neppure una citazione.

  27. Ho visto il remake senza sapere che lo fosse… E ora dovrei vedermi l'originale… Ma non credo di reggerlo cazzo

  28. Uno di quei film che disturbano sul serio. Tensione e senso di impotenza. Stai lì, costretto a chiederti perché qualcosa di non richiesto debba accadere lo stesso e per forza . Una metafora sulla casualita'' devastante degli effetti avversi della vita. Possono materializzarsi dal nulla e centrare chiunque.

  29. Questa stronzatina non si avvicina nemmeno lontanamente ad un capolavoro come Arancia meccanica!!!! Non diciamo stronzate per favore!!!!!!

  30. Ciao, ma un ma recensione sull'impero dei sensi??

  31. film disturbante atipico significativo e davvero davvero bello

  32. Questa pellicola è un film veramente disturbante , così come il suo remake . E più che essere questo film di genere horror come il remake , è un film Thriller drammatico , in quanto la violenza non viene mostrata , ma viene semplicemente fatta intendere , cioè non è un film violento , ma un film sulla violenza , ed è un film veramente efferato a livello psicologico e molto disturbante , più che sadico e violento , appunto . Che cosa dire ? Bravo , Michael Haneke ! Un grande cineasta che ha saputo dirigere un film in maniera eccellente , geniale e magistrale , senza nulla togliere al remake sempre diretto dallo stesso Michael Haneke in modo impeccabile ed ineccepibile .

  33. io la vedo così: è una critica ai media che proprio come i due aguzzini ci entrano in casa "con la scusa delle uova" o dei formaggini mio, ci torturano psicologicamente, vogliono avere potere e controllo su di noi sui nostri corpi e sulle nostre anime e poi ci "uccidono" puntando alla testa o al cuore, vogliono colpirci nella sede della ragione e delle emozioni.
    I personaggi di questo film "non esistono", sono virtuali, e niente di ciò che accade nel film è reale, è tutto una grande metafora e gli elementi di metacinema lo confermano (sguardi in camera, il telecomando con cui poter tornare indietro e modificare la realtà). Tutto il film è una grande allegoria del male rappresentato dai media quindi la lezione dell'autore è quella di non aprire mai la porta a certi elegantoni forieri di qualche novità perché NON SONO INNOCUI.

Leave a Reply

Your email address will not be published.